8 Marzo • “Apriamo le porte al Quartiere”

Se dovessi esprimere con una parola quello che mi porto nel cuore pensando all’8 marzo 2018 direi: “EMOZIONI”.

Dopo tanti giorni di pioggia, finalmente il sole ha fatto capolino dalle finestre spalancate ed i suoi raggi, penetrando dal portone della chiesa, invitavano “le persone del quartiere” ad entrare.
E così seduti in cerchio, mi sono ritrovata accanto ad uno “sconosciuto”, mentre la psicoterapeuta Roberta Felsani ci esortava ad esprimere le nostre emozioni…forse è stata l’atmosfera magica o forse un filo invisibile che ci teneva legati, a trasformare l’imbarazzo iniziale in un’apertura verso “il nuovo amico”. Ci siamo ritrovati a parlare delle nostre vite, come si faceva anticamente intorno ad un braciere e ci sono venute giù le lacrime, sono affiorati sorrisi e sono nate amicizie…
…poi seguendo il ritmo del nostro cuore abbiamo “vibrato” con la Musicoterapia di Rosanna Forges e TIziana, che ci hanno coinvolto in una comunicazione del nostro corpo appagante e liberatoria.

Nella pausa pranzo seduti attorno al tavolo come una famiglia, abbiamo assaporato “chello ca’ ce steve”, tra cui un ottimo rustico della nostra Rosaria Porcelli.
Nel frattempo si è unita a noi l’avvocatessa Elisabetta Capodilupo che ci ha dato ottime e costruttive informazioni circa la “Legge sul consenso della Terapia e i diritti delle Coppie di Fatto in caso di ricovero ospedaliero”.

Intanto, come nella canzone “aggiungi un posto a tavola”, ci hanno raggiunto sempre più amici…tra cui la nostra artista Rosaria Viglione che ci ha portato la sua meravigliosa creazione: “La Bambola Parky”, il simbolo della nostra festa e guardandola ho pensato che rispecchiava esattamente la sua creatrice: una donna giovane e coraggiosa, con lo sguardo sognante che ha deciso di affrontare la vita da vera guerriera !
La bambola, come una vera “star” è stata la protagonista degli scatti del nostro amico fotografo Vic Parky, il quale, seguendo un’emozione, si è ritrovato a raccontarci la sua storia ma sempre con tanta ironia.

Ci ha raggiunto il chitarrista Rosario Rienzo che, insieme all’artista Barbara Lombardi con i suoi tamburelli, hanno saputo coinvolgerci in canti e balli, dapprima timidi, poi sempre più scatenati ed emozionanti.


La parola, poi, è passata alla sorridente Ginetta Caiazzo, la quale con semplici parole ci ha parlato di Pensioni e Proroga “Opzione Donna”.

A conclusione della serata, è stata sorteggiata la bambola, fra tutti coloro che avevano acquistato un gadget dell’Associazione, e la “fortunata” è stata Annarita, una nostra cara e coraggiosa socia.

Tra sorrisi e stanchezza, infine, abbiamo smontato tutto e siamo tornati a casa, arricchiti da una festa che ci ha donato emozioni positive.

Ringrazio Filippa Santoro per aver ideato la giornata.

MARINA AGRILLO, fiera di essere socia Parkinson Parthenope dal 2016

Condividi sui Social

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.